Eventi

Capolavori a confronto

da  15 mag 2021  a  19 set 2021

Uomini illustri in un viaggio immersivo tra Como e gli Uffizi

Mostra

UOMINI_ILLUSTRI_immagineCapolavori a confronto
Uomini illustri in un viaggio immersivo tra Como e gli Uffizi
Como, Pinacoteca civica
15 maggio – 19 settembre 2021

Per la prima volta a Como due ritratti della Collezione Gioviana degli Uffizi sono esposti accanto a due ritratti originali del Museum di Paolo Giovio conservati nella Pinacoteca Civica di Como.
Si tratta, per gli Uffizi, dei ritratti cinquecenteschi di Paolo Giovio e di Leonardo da Vinci, opere di Cristofano dell’Altissimo, esposti a fianco dei ritratti della Pinacoteca raffiguranti Baldassarre Castiglione dipinto da Bernardino Campi e Niccolò Leoniceno di Dosso Dossi.
La visione dei ritratti, esposti nello spazio Campo quadro al piano nobile della Pinacoteca, è accompagnata da una installazione multimediale e immersiva realizzata da Olo Creative Farm che racconta al visitatore la storia delle due collezioni di Como e Firenze e quella dei personaggi raffigurati, simbolo del Rinascimento italiano.

La collezione di ritratti di Paolo Giovio, ospitata nello scomparso Museo sito in Borgovico a Como, assommava a circa 400 personaggi illustri del passato e del presente. I ritratti, dopo la morte del Giovio avvenuta a Firenze nel 1552, vennero copiati da artisti mandati a Como da importanti committenti e per l’edizione a stampa degli Elogia. Cristofano dell’Altissimo realizzò per Cosimo I Medici, ultimo grande protettore del Giovio, la più nutrita serie di ritratti dal 1552 al 1589, ora esposta all’ultimo piano degli Uffizi.

Il progetto espositivo comasco vede la collaborazione scientifica di Bruno Fasola, docente di Storia dell'Arte, esperto di Paolo Giovio e della sua collezione, di Gianfranco Adornato, docente di Archeologia e Storia dell’Arte Greca e Romana presso la Scuola Normale Superiore, Pisa e, per gli Uffizi, di Alberica Barbolani da Montauto, storica dell'arte e assistente scientifico nella direzione delle Gallerie degli Uffizi.
L’esposizione è il primo di una serie di interventi volti alla valorizzazione della collezione comasca degli Uomini Illustri di Paolo Giovio, della quale la Pinacoteca conserva oltre 40 dipinti.
Proprio in occasione dell’esposizione organizzata in collaborazione con gli Uffizi, la Pinacoteca è felice di poter annunciare l’attivazione dell’Art Bonus, ovvero la raccolta fondi liberale a sostegno dei beni culturali istituito dal MIC (Ministero della Cultura) attraverso il sito governativo dedicato, per il restauro di due ritratti Gioviani conservati nei depositi della Pinacoteca. Un modo concreto e immediato per poter sostenere il nostro museo e partecipare direttamente ad un progetto collettivo di conservazione della memoria e di valorizzazione del nostro patrimonio. Attraverso l’Art Bonus, l’auspicio è quello di poter mettere in sicurezza e riportare ad antico splendore altri due ritratti della collezione gioviana altrettanto importanti quanto quelli della mostra, ovvero il ritratto di Papa Paolo II e il ritratto di Como raffigurante Paolo Giovio.

La mostra “Capolavori a confronto. Uomini illustri in un viaggio immersivo tra Como e gli Uffizi” è inoltre la prima tappa di una serie di importanti iniziative scientifiche e culturali organizzate da Fondazione Volta e Accademia Pliniana in collaborazione con il prof. Gianfranco Adornato in vista delle celebrazioni del bimillenario della nascita di Plinio il Vecchio.

 


 

P584 Bernardino Campi - Ritratto di Baldassarre Castiglione_Pinacoteca Civica di Como

Bernardino Campi
Ritratto di Baldassar Castiglione
databile tra il 1540 e il 1552, olio su tela - Como, Pinacoteca civica
Umanista e diplomatico al servizio della varie corti italiane tra cui quella pontificia e quella di Urbino, cui è legata la sua più importante opera letteraria Il Cortegiano, Baldassar Castiglione (Casatico, 6 dicembre 1478 – Toledo, 8 febbraio 1529) ebbe sicuramente una conoscenza diretta di Paolo Giovio nella corte papale di Clemente VII al tempo del sacco di Roma e ne condivise cultura e incarichi ufficiali. Il dipinto esposto, documentato presso gli eredi Giovio, secondo l’interpretazione di Pier Luigi De Vecchi, è di mano di Bernardino Campi da un prototipo raffaellesco, perduto e conosciuto solo in copia, e dovrebbe essere stato eseguito attorno alla metà del XVI secolo.


 

Cristofano di Papi dell’Altissimo – Paolo Giovio, 1552 – 1568, Olio su tavola, Inv. 1890 n. 226, Uffizi, Corridoio di Levante

Cristofano di Papi dell’Altissimo
Ritratto di Paolo Giovio
1552 - 1568, olio su tavola - Firenze, Uffizi
Il ritratto di Giovio (Como 1483 o 1486 – Firenze 1552) non poteva mancare nella collezione di Cosimo I, dato il pluridecennale rapporto dello storico comasco con i Medici, iniziato a Roma col futuro papa Clemente VII, e terminato col suo soggiorno presso Cosimo negli ultimi anni di vita e la prima pubblicazione delle Historiae a Firenze. È probabile un coinvolgimento dell’anziano letterato nel programma iconografico della nuova residenza del duca in Palazzo Vecchio, dove le copie dei ritratti degli Uomini Illustri ebbero la prima collocazione.
La qualitativa opera di Cristofano, conforme ai ritratti conservati a Como - forse ispirati a uno perduto di mano del Vasari - ne taglia però la parte inferiore: la serie fiorentina, infatti, segue un criterio di uniformità con ritratti di dimensioni uguali e taglio a mezzo busto.

 

Info

Dove: Pinacoteca civica, via Diaz 84 - Como

L’ingresso alla mostra è gratuito.
La visita alla mostra, comprensiva dell’installazione multimediale, ha una durata di 10 minuti circa.

Il biglietto di ingresso per visitare tutte le sale della Pinacoteca inclusa la mostra Miniartextil (facoltativo) ha un costo di € 7.00, ridotto € 5.00 

pinacoteca@comune.como.it
Facebook 
Instagram
YouTube

Orari

Da martedì a domenica dalle ore 10.00 alle ore 18.00 (ultimo ingresso ore 17.30)

indietro
 

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità . Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni consulta la nostra Cookie policy.