Eventi

Ugo Bernasconi

da  02 dic 2019  a  02 dic 2019

L'artista in famiglia: vedere un quadro dal vero è un'altra cosa...

Incontri e Corsi

L'artista in famiglia
Vedere un quadro dal vero è un'altra cosa...
Coordina e modera i dialoghi Darko Pandakovic

Una volta quasi ogni famiglia aveva in casa qualche quadro.
Guardare un quadro dal vero, nelle sue proporzioni, materiali, riflessi, è molto diverso che vederne la riproduzione o l’immagine virtuale.
Gli incontri promossi iniziando dalla passata primavera focalizzano “l’esperienza diretta” dell’opera d’arte, esperienza insostituibile e tanto più importante in un’epoca in cui la maggior parte delle comunicazioni è virtuale.

Ogni incontro prevede la presenza in sede di alcune opere dell’autore che esponiamo, con l’aiuto di critici, esperti o comunque conoscitori del protagonista della serata (come fosse in famiglia…!)
I soci collaborano attivamente rendendo disponibili eventuali opere, presenti nella loro casa, dell’autore presentato.
Negli incontri di primavera abbiamo parlato di Pierino Saibene, Vincenzo Schiavio, Paolo Discacciati.

Programma
lunedì 7 ottobre | ore 18.00 | Baldassarre Longoni
lunedì 4 novembre | ore 18.00 | Luigi Binaghi
lunedì 2 dicembre | ore 18.00 | Ugo Bernasconi


L’ultimo degli incontri sui pittori comaschi tra Ottocento e Novecento è dedicato a Ugo Bernasconi (Buenos Aires 1874 - Cantù 1960).
Chi di noi è stato vicino all’Istituto d’Arte di Cantù durante la lunga e meritoria direzione di Norberto Marchi, sentiva spesso parlare di Ugo Bernasconi, di cui Marchi aveva sposato la figlia.
Anche questo tenue filo di vicinanza ci fa sentire un poco “l’artista in famiglia”.
Ugo Bernasconi è stato un pittore impegnato: la sua formazione  a Parigi  dal 1899, nello studio di Eugène Carrière, si è svolta a contatto con le avanguardie pittoriche e intellettuali.
È stato anche scrittore, polemista, critico mordace, noto per i suoi aforismi.
Dal periodo parigino risale il suo tono intimistico, le scene familiari, i paesaggi.
Nel 1910 pubblica Precetti e pensieri giovanili, nel 1915 Uomini e altri animali.
Dal 1918 ha vissuto sempre a Cantù, partecipe dei movimenti intellettuali nazionali: ha collaborato con la rivista La voce, ha fatto parte del Gruppo Novecento dal 1926 insieme a M.Sironi, A.Funi, L.Dudreville, P.Marussig, U.Oppi. Il gruppo era impegnato a rinnovare la pittura con un ordine di tipo figurativo.
Nel 1923 Ugo Bernasconi pubblica Le presenti condizioni della pittura italiana e nel 1924 Pensieri ai pittori.
Nel 1942 riceve il Gran Premio alla Biennale d’Arte di Venezia.
 
Come nei precedenti incontri, grazie alla disponibilità di nostri soci e simpatizzanti, presenteremo nella nostra sede alcune opere del Bernasconi.
Guiderà la nostra conversazione “in famiglia”,  Alberto Longatti.

Info

dove: sede Chiave di Volta, via Zezio 40 - Como

Modalità di partecipazione
La partecipazione è limitata a 50 persone.
È previsto un contributo di € 5,00 per i soci e € 10,00 per i non soci.
Sarà data priorità ai soci che si iscriveranno entro 5 giorni da ogni singolo incontro.

Prenotazioni tramite una e-mail a prenotazioni@chiavedivolta.org specificando nome e recapito telefonico.

Per maggiori informazioni telefonare al n° 339.6186062

Maggiori informazioni

Orari

Ore 18.00

indietro
 

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità . Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni consulta la nostra Cookie policy.