Eventi

Il corpo della musica

da  20 nov 2020  a  22 nov 2020

Festival A due voci. Dialoghi di musica e filosofia

Incontri e Corsi Teatro Cinema Musica

Difficile nominare ciò che si nasconde pur apparendo evidente. È ciò che accade nella circolarità che si innesca quando corpo e musica si attraversano e si fondono rendendosi indecifrabili. Il processo conoscitivo a quel punto si arresta, potendosi affidare esclusivamente alla rievocazione di un’esperienza vitale che si manifesta in una dimensione extrarappresentativa destinata a restare nascosta, una dimensione in cui soggetto e oggetto si scambiano, restano indistinti.
Così, il gesto di dare voce al corpo si confonde con la necessità opposta di dare corpo alla voce. Se si cerca di considerare la musica si finisce presto per scoprire in essa il corpo, se ci si rivolge al corpo si ritorna inesorabilmente ad interrogarsi sulla musica.

Su questa inestricabile aporia abbiamo invitato alcuni amici a condividere con noi dei momenti di riflessione, di confronto, di dialogo, di musica. Momenti che animeranno le giornate del Festival A due voci, quest’anno interamente online. Vi aspettiamo!

PROGRAMMA
26 appuntamenti di riflessione, musica, confronto sul tema “Il corpo della musica”.
Due intensi weekend, dal 20 al 22 e dal 27 al 29 novembre, che potrete seguire Live sulla nostra pagina Facebook e sul nostro nuovo canale Youtube. Vi aspettiamo!    

Venerdì 20 novembre
ore 18.30
Margherita Anselmi, musicista-filosofa
L’interprete musicale e il problema del corpo

ore 21.00
Chiara Zanisi, musicista
Con il suono nella carne e nella mente


Sabato 21 novembre
ore 11.30
Alessandro Zignani, musicologo
La musica nella testa

ore 15.00
Simone Zacchini, filosofo
Il giovane Nietzsche: corpo, anima, musica

ore 18.30
Silvia Lelli e Roberto Masotti, fotografi
L’attimo prima della musica

ore 21.00
Cristina Zavalloni, musicista
Perché strilli?

ore 22.30
Federico Orsini, filosofo
5 Studi: La cosa estesa


Domenica 22 novembre
ore 11.30
Roberto Sala, filosofo
La musica nei piedi

ore 15.00
Pasquale Fameli, ricercatore e critico d’arte
Avanguardia dissonante. Esperienze del corpo tra poesia fonetica e musica gestuale

ore 18.30
Roberto Abbado, musicista
Il gesto che dà direzione

ore 21.00
Alberto Cano, studioso di cinema
Voci fuori campo: i corpi sonori del cinema
Le voci narranti

ore 22.30
Federico Orsini, filosofo
5 Studi: L’aruspice


Il programma dal 27 al 29 novembre

indietro
 

Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità . Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni consulta la nostra Cookie policy.