Eventi

...È bello vivere...

da  29 gen 2022  a  29 gen 2022

Spettacolo teatrale

Teatro Cinema Musica

Nell'ambito della Settimana dell'Educazione della Parrocchia San Martino di Rebbio, la compagnia teatrale Ibuka Amizero presenta ...È bello vivere...

Cinque donne, cinque storie ci vengono raccontate dal vagone di uno delle decine di treni merci che tra il dicembre 1943 e il gennaio 1945 partirono dal binario 21 della stazione Centrale di Milano alla volta di Auschwitz.
Testo: Ibuka Amizero
Regia: Matteo Destro
Con: Monica Bonaldo, Mariaester Cassinelli, Orietta Destro, Maria Luigia Marzorati, Sara Pontiggia/Susanna Molteni
Durata: 60 min. circa (senza intervallo)

Generalmente si sente parlare della vita all’interno dei campi di concentramento e poco dei lunghi viaggi su quei treni merci con i quali milioni di persone furono trasportate nei campi, per essere poi quasi sempre uccise nelle camere a gas o morire di stenti, di fame, di paura, di malattia.
Su quei treni venivano caricati ebrei, rom, oppositori politici, ma a volte anche persone comuni: bastava un semplice pretesto. Venivano prelevati dalle loro case, dalle fabbriche, dai campi nel cuore della notte o alla luce accecante del giorno. Non sapevano dove sarebbero stati condotti, non sapevano quale sarebbe stato il loro destino. Pochissimi di loro fecero ritorno.
Di quei viaggi spesso ci ricordiamo solo le foto di treni stracarichi di essere umani, senza descrivere quello che accadeva in quegli angusti spazi, forse per pudore, forse per rispetto, forse perché’ quello che accadeva al loro interno era inenarrabile…
Una linea ferroviaria di morte e di paura, ma in quei vagoni, dove i corpi si confondevano divenendo una massa unica, ognuno come il proseguo naturale dell’altro, si potevano trovare anche sentimenti forti di gioia, di speranza, ma soprattutto di umanità e di comunità.

Info

dove: Chiesa di San Martino, via Alfonso Lissi 11, Rebbio - Como

Offerta libera per il Progetto Accoglienza

EMERGENZA COVID-19: Green pass e Green pass rafforzato
Verifica sul sito www.dgc.gov.it/web le limitazioni per l'accesso.

Maggiori informazioni

Orari

Ore 21.00

indietro