Questo sito web utilizza i cookie al fine di migliorarne la fruibilità . Continuando ad usufruire di questo sito, l'utente acconsente ed accetta l'uso dei cookie.
Per maggiori informazioni consulta la nostra Cookie policy.

Eventi

FAI Giornate di Primavera

da  24 mar 2018  a  25 mar 2018

I beni artistici e architettonici aperti a Como

Visita guidata

giornate fai di primaveraXXVI EDIZIONE delle GIORNATE FAI DI PRIMAVERA 2018
Sabato 24 e domenica 25 marzo 2018

In tutta Italia tornano le Giornate FAI di Primavera, la storica manifestazione del FAI Fondo Ambiente Italiano. Un’occasione unica per visitare luoghi e mirabilia altrimenti inaccessibili. I luoghi proposti nelle Giornate FAI sono motivo per una rinnovata consapevolezza di quanto importante sia vivere, valorizzare, proteggere la bellezza dell’arte, dell’architettura e del nostro incantevole paesaggio.

Di seguito l’elenco delle aperture a cura della FAI - Delegazione di Como, con il supporto del FAI Giovani - Como, per le Giornate FAI di Primavera 2018.

Con Giuditta Pasta, alla scoperta di luoghi d’arte e di musica
Ecco il nostro tema: quest’anno andiamo alla scoperta di luoghi cari a Angiola Maria Costanza Giuditta Negri, la famosa mezzosoprano e soprano, nata a Saronno il 26 ottobre 1797, figlia di Carlo Antonio Negri, farmacista speziale di Lomazzo e di Rachele Ferranti, di origine comasca.
Studiò a Milano e intraprese una brillante carriera che la portò nei maggiori teatri europei, dove fece apprezzare la sua voce e soprattutto la sua capacità di interpretazione. Amica di Stendhal e musa ispiratrice di Vincenzo Bellini e Gaetano Donizetti, che soggiornarono a lungo sul Lago di Como, Giuditta amava trascorrere il suo tempo a Blevio, a Villa Roccabruna. Partecipò ai moti del ‘48 a fianco dei patrioti, piantando sulla vetta del Pizz – il colle di Brunate – la bandiera tricolore, intonando l’inno, per celebrare la vittoria degli insorti. Morì a Como il 1 aprile 1865 e ora riposa nel cimitero di Blevio.

Como | Ridotto del Teatro Sociale di Como – via Bellini, 3
24 e 25 marzo | sabato: 14.00 18.00 domenica: 10.00 – 18.00
Gli Apprendisti Ciceroni del Liceo A. Volta di Como ci accompagnano in un percorso attraverso il ridotto del Teatro Sociale di Como che, nel 1922 la neo costituenda Società del Casino 1921 affittò dall’Associazione dei Palchettisti e trasformò in un luogo di ritrovo del bel mondo dell’epoca.
Si visitano la Sala dello Zodiaco, la Sala Pasta, la Sala Bianca e la Sala Turca: ognuna di esse presenta caratteristiche architettoniche e arredi particolari e di pregio.

Como | Conservatorio “G. Verdi” - via Cadorna, 4
24 marzo | 10.00 -17.00 (ultimo ingresso 16.00)
L’attuale Conservatorio occupa gli spazi che dal XV secolo e fino agli inizi degli anni ’30 del XX secolo erano occupati dall’Ospedale Sant’Anna. Costruito con l’intento di riunire i diversi ospedaletti cittadini, dagli anni ’30 agli anni agli anni ’60 fu la sede dei Vigili del Fuoco. Segue un periodo di degrado e abbandono terminato con la realizzazione del Conservatorio in una parte degli edifici originari (molti sono stati demoliti). Nei secoli gli ammodernamenti e i rifacimenti sono stati innumerevoli e di molti - ma non tutti! – troviamo ancora traccia.
Con gli Apprendisti Ciceroni dell’ITES Caio Plinio Secondo.

Como | Palazzo Valli -Bruni (già Parravicini) – via Rodari 1
24 e 25 marzo | sabato: 10.00 17.30 domenica: 10.00 – 16.30
Uno dei palazzi più antichi di Como, di pianta medioevale, fu ampiamente ricostruito nel 1600 e adibito ad abitazione privata fino a metà del XVIII secolo quando l'ultimo erede, uomo di Chiesa, lasciò l'intera proprietà alla curia che lo destinò al clero. Dai primi del'900 gli appartamenti furono locati a famiglie comasche e solo recentemente l'intero palazzo è stato liberato per consentire una nuova ristrutturazione che lo riporti al suo antico splendore. Attualmente è la sede dell'Accademia Giuditta Pasta.
Con gli Apprendisti Ciceroni del Liceo Musicale Coreutico "Giuditta Pasta".

Scopri le altre aperture in provincia di Como.

In occasione delle giornate FAI di Primavera 2018 sono aperti tutti i Beni FAI del territorio di Como: i giardini di Villa Balbianello a Lenno, la Torre del Soccorso a Ossuccio in Tremezzina e Villa Fogazzaro Roi ad Orio Valsolda.

Info

Info: Tutti i luoghi delle Giornate FAI di Primavera 2018 sono aperti al pubblico con offerta libera. Per chi lo desidera, sarà possibile sottoscrivere l’adesione al FAI presso tutti i banchi allestiti per l’occasione.

I tesserati FAI possono entrare gratis nei Beni FAI, non attendono in coda e possono partecipare agli eventi speciali loro riservati.

Maggiori informazioni sulla pagina Facebook del FAI Como

Orari

Orari diversi a seconda dei beni da visitare

indietro